Questo sito utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione. Utilizzando il sito Dendax acconsenti all’uso dei cookie secondo la nostra policy.

Rimborso della pensione dall'Austria


Rimborso della pensione austriaca

I cittadini non comunitari possono richiedere il rimborso dei contributi pensionistici austriaci (circa il 10,25% dello stipendio) 2 anni dopo aver lasciato l'Europa, se hanno versato i loro contributi pensionistici per un periodo inferiore a 5 anni. Verranno rimborsati solo i mesi per cui è stato versato il contributo relativo a questo periodo e solo se i contributi sono stati versati dai contribuenti, non quelli versati dal datore di lavoro. Tuttavia, il contribuente che ha versato fondi pensionistici in altri paesi dell'UE nello stesso periodo dei 5 anni può ugualmente chiedere il rimborso.

Fino a quanti anni indietro posso richiedere il rimborso della mia pensione?

È possibile richiedere indietro i contributi pensionistici versati fin dal 1995.

Quanto tempo dovrò aspettare?

Potrebbero essere necessari fino a 6 mesi perché la pensione sia rimborsata. Tuttavia, la decisione finale spetta all'ufficio per le pensioni austriaco.

Quali documenti sono necessari per presentare la richiesta di rimborso?

Per richiedere il rimborso della pensione austriaca devi avere una copia del tuo:

  • Lohnzettel o busta paga per ogni anno

  • Certificato di registrazione e di cancellazione agli uffici comunali austriaci (Anmeldung)

  • E-card e certificato di assicurazione sanitaria austriaci

  • Passaporto

Cosa devo fare se non ho il Lohnzettel?

In questo caso dovrai contattare il tuo datore di lavoro - o i datori di lavoro -, il quale è legalmente obbligato a dartene un sostituto. In ogni modo, Dendax può richiedere per te i documenti necessari.

A quanto ammontano i costi di servizio?

Il prezzo è di 14% dedotto dal rimborso. La commisione minima è di49 EUR.
.

Il prezzo non include l'IVA o le spese bancarie!